Che effetto ha avuto l'avvento della pandemia sul settore della sicurezza?

 Il ruolo dei professionisti della sicurezza sia nel settore pubblico – attraverso le Forze di sicurezza nazionali e l'esercito -, sia nel settore private – attraverso le aziende di sicurezza, è stato fondamentale nella lotta alla pandemia, collaborando ai compiti più delicati, controllando il rispetto delle normative e stabilendo l'applicazione dei protocolli anti-COVID. Le aziende di sicurezza erano pronte a rispondere alla situazione che si è venuta a creare con la tecnologia, ad esempio con soluzioni per il controllo della capacità o la misurazione della temperature corporea, e con risorse umane pronte ad attuare i nuovi protocolli di sicurezza, quindi il loro contributo a questa crisi sanitaria è stato piuttosto rilevante. D'altra parte, con l'accelerazione della trasformazione digitale indotta dalla pandemia, l'area della cyber-sicurezza è diventata particolarmente rilevante ed è un campo che continuerà a svilupparsi e in grado di fornire risposte efficaci alle situazioni critiche che si potranno venire a creare.

 Il fatto che oggi si presti maggiore attenzione alla salute e all'igiene ha avuto effetti positivi sul settore della sicurezza?

È emersa una nuova area di specializzazione legata alla biosicurezza e le aziende, sempre alla ricerca di opportunità in tempi di crisi, hanno saputo individuarle e volgerle a favore del proprio sviluppo. L'industria della sicurezza tocca tutti i settori dell'economia e questa vicinanza con i vari ambienti e situazioni può anche contribuire notevolmente alla biosicurezza.

 Quali aree del settore sicurezza stanno crescendo maggiormente?

 Come ho detto prima, credo che tutto ciò che riguarda la trasformazione digitale a cui stiamo assistendo in tutti i settori dell'economia sia motivo di sviluppo. La cybersecurity è particolarmente importante in quest'area, ma anche l'applicazione di tecnologie emergenti relative al campo della sicurezza, come l'Internet of Things, che è stato presente in diverse soluzioni ma che sarà ancora più rilevante con il 5G, o l'enorme potenziale dell'Intelligenza Artificiale in quest’ambito.

 Dopo la cancellazione o il rinvio di diversi appuntamenti del settore, quali sono le prospettive attuali per le fiere di sicurezza?

 Abbiamo tenuto lo speciale SICUR COVID a Ifema, una fiera ibrida nata per coprire le esigenze delle aziende spagnole che affrontano lo scenario COVID, e nel 2022 si svolgerà la nostra fiera SICUR, che si tiene sempre a febbraio negli anni pari. Sarà un appuntamento in presenza che  sarà però supportato da una potente piattaforma online, che ne rafforzerà l'efficacia e consentirà ad espositori e visitatori di ottimizzare la loro partecipazione all'evento. Confidiamo che presto avremo una situazione sanitaria favorevole a riportare tutti gli eventi in presenza, fondamentali per dare impulso a questo importante settore.

 Quale ruolo ritiene che dovrebbero avere oggi le fiere della sicurezza?

 Credo che l’obiettivo principale delle fiere come SICUR sia l'opportunità di offrire e sviluppare incontri e relazioni interpersonali tra espositori e visitatori specializzati, incentrati sul business. La fiera è, inoltre, un’importante occasione di infomazione che offre agli operatori di settore la possibilità di scoprire le novità e le tendenze del mercato, aggiornare le proprie conoscenze rilevanti per l'avanzamento professionale, condividere esperienze, tenere sotto osservazione la concorrenza, acquisire nuovi contatti e seguire i propri clienti. È, inoltre, un luogo dove nascono nuove opportunità e dove ci si può sentire parte di un settore così ampio, rilevante per la libertà e il benessere della società quale è quello della sicurezza.

 Come sta procedendo l’organizzazione della prossima edizione di Sicur?

La prossima edizione di SICUR si terrà nel 2022 e siamo ancora in fase di ideazione del progetto, quindi non posso dire molto. Sarà un appuntamento in presenza, supportato però da  un potente strumento complementare digitale. L’obiettivo è di essere il grande e primario evento che Sicur è sempre stato nel corso del tempo, edizione dopo edizione, grazie alla collaborazione e al sostegno che ha sempre avuto da parte dell’industria e del settore.