Se abbiamo imparato a proteggerci dal Covid-19 indossando la mascherina e lavando di frequente le mani, spesso non ci rendiamo conto che esiste un altro vettore di trasmissione del virus: le nostre scarpe. Sia la tomaia che la suola, infatti, possono venire a contatto con il virus tramite goccioline in sospensione nell'aria o depositate nel terreno che calpestiamo. Gli studi dimostrano infatti che basta uno starnuto per diffondere il virus in un'area fino a 4 metri, abbastanza per essere intercettato dalle nostre scarpe e poi diffuso altrove.

E' indispensabile quindi per la nostra sicurezza seguire dei facili accorgimenti per mitigare la possibilità di contagio e per evitare di portare a casa il virus.

Il primo consiglio è quello di tenere le scarpe fuori dalla nostra casa: in molte culture questa è già un'abitudine quotidiana, come ad esempio nei paesi scandinavi e in Asia. Covid o non, visto che le suole delle nostre scarpe possono comunque essere veicolo di batteri e altri germi, è una buona abitudine da acquisire, soprattutto se si hanno bambini in casa che gattonano o giocano per terra. L'ideale è quindi lasciare le scarpe fuori dalla porta o riporle in una scarpiera chiusa, meglio se all'esterno (sul balcone o in terrazzo).

E se proprio non si può fare a meno di calzare le scarpe anche in casa, allora è necessario adottare un paio esclusivamente per quando siamo all'interno, e altri solo per quando usciamo.

Da evitare è anche l'abitudine di chiudere la porta di casa con un calcetto, magari quando avete le mani occupate con le borse della spesa, per evitare di trasferire agenti infetti sulla sua superficie. Un paio di scarpe comode da scalzare può essere la soluzione per uscire dall'impasse. Le slipper come anche i flip flop possono essere d'aiuto: si tolgono facilmente, lasciandovi liberi di manovrare.

Infine, è essenziale una pulizia costante: mentre non tutte le scarpe possono essere messe in lavatrice e poi asciugate al sole (che ha un effetto anti-batterico), ci sono prodotti che aiutano a garantire una corretta igiene. Si possono utilizzare olii essenziali che hanno delle buone proprietà antibatteriche, oppure si può strofinare le scarpe con una soluzione di alcol denaturato per una disinfezione rapida. Per l'interno della scarpa, invece, è preferibile invece un mix di acqua e candeggina. Il mercato mette poi a disposizione molte marche di prodotti specifici per la sanitarizzazione della scarpa (da Scholl a Citrosil, Amuchina, Sanytol, VMD…), spray igienizzanti che eliminano del tutto virus e batteri: prima di entrare in casa, applicateli sulla scarpa dopo aver eliminato i detriti e la polvere sia dalla tomaia che dalla suola.

E ricordate: la sicurezza comincia dalle nostre scarpe.