Diadora Utility prosegue senza sosta nel suo cammino di innovazione nel campo della sicurezza e della tutela dell’ambiente presentando al mercato europeo la nuova Glove Eco, versione “green” dell’iconico modello Utility e frutto di oltre un anno di ricerca del reparto R&D. Il nuovo modello si posiziona in cima alla classifica delle calzature più sostenibili dell’azienda veneta, apice di un percorso iniziato nel 2015 e che si è incentrato dapprima sull’avvio delle verifiche di sostenibilità delle filiere produttive e sulla riduzione dei fattori di consumo, per poi arrivare, nel 2018 e nel 2019, a ottenere la Gold Medal di Ecovadis e il novero tra il 5% dei top performer in ambito sostenibilità, primato che detiene ancora oggi. “Glove Eco è il nostro modo per prenderci cura del lavoratore e allo stesso tempo dell’ambiente che ci circonda – afferma Enrico Moretti Polegato, Presidente di Diadora -. Intraprendere un percorso di sostenibilità significa avere chiaro in mente il concetto di “Rispetto”: per l’ambiente in cui lavoriamo, per quello in cui viviamo, per le persone e ogni forma di essere vivente, ricercando in ogni istante l’armonia con la Natura. Nel 2021 con le innovazioni e le tecnologie di cui disponiamo, il rispetto non poteva che passare attraverso una ricerca intensa di un DPI sostenibile”.

Questo esclusivo modello, la cui prima tiratura limitata comprende la realizzazione di 6000 paia all’interno della manovia aziendale di Caerano di San Marco (TV), permette la riduzione del consumo di risorse vergini e il rispetto dei criteri ambientali e sociali all’interno della filiera produttiva, abbracciando così un modello di produzione e consumo più responsabile. Ogni componente di Glove Eco – dal battistrada ai lacci, dalla tomaia alle cuciture passando per i coloranti utilizzati – è stato studiato in modo ‘chirurgico’ per ridurne l’impatto ambientale e di conseguenza aumentare la sostenibilità della filiera, senza tuttavia mai compromettere la performance della scarpa in termini di sicurezza e confort e la sua durabilità. Tutti i tessuti di cui è composta Glove Eco provengono da poliestere riciclato R-PET, mentre la pelle della tomaia è priva di PFAS, sostanze inquinanti con conseguenze a lungo termine sia per l’ambiente, che per la salute. Anche la suola e l’intersuola sono realizzate in parte con materiali riciclati, e sono in grado di garantire il massimo della performance, così come il puntale in alluminio e l’inserto anti-perforazione, prodotti utilizzando materiali di riciclo o provenienti da scarti di produzione. In linea con il prodotto anche il packaging è green, realizzato con carta proveniente da materiale di riciclo e recupero certificato FSC.

In occasione del lancio del nuovo modello Glove Eco, Utility ha inoltre avviato un progetto di partnership con l’organizzazione internazionale di tutela ambientale WeForest per la ripopolazione della Foresta Atlantica brasiliana, polmone del pianeta e meraviglia di biodiversità, e per il supporto delle comunità locali. Per ogni paio di Glove Eco acquistato, Utility e WeForest si impegnano a salvaguardare un albero, con l’obiettivo di arrivare a quota 6000 entro l’anno. In 30 anni, si stima che questo progetto contribuirà all’assorbimento di circa 951 tonnellate di C02.(Fonte WeForest) Sarà possibile seguire l’avanzamento del progetto all’interno della pagina www.weforest.org, cliccando sul logo Utility, all’interno della sezione partners (link diretto https://www.weforest.org/partner/diadora).


 

ETICHETTA LINGUA realizzata con filati derivati dal riciclo di poliestere post-consumo

CUCITURE in poliestere riciclato

LACCI in R-PET 100% ottenuti dal riciclo di bottiglie di plastica

PELLE libera da PFAS

PUNTALE in alluminio, la cui lega è composta dal 15% di materia prima di riciclo

PLANTARE realizzato con tessuto 100% derivato dal riciclo di poliestere post-consumo e PU FOAM 100% riciclato da scarti di lavorazione

INSERTO ANTIPERFORAZIONE realizzato con fibre di polietilene riciclato

BATTISTRADA in gomma nitrilica in miscela speciale che permette di utilizzare il 30% di gomma di recupero

FODERA E TESSUTO TOMAIA in poliestere riciclato